Domino a Valenzano: quali responsabilità della politica?

veduta-di-valenzano-e-torre-campanile

Domino, Domino 2: pagine buie della storia recente di Valenzano. Non entriamo nel merito delle richieste di rinvio a giudizio degli ultimi giorni: chiarire le responsabilità giudiziarie è compito della Magistratura, del cui lavoro siamo rispettosi.

La nostra riflessione è sulle responsabilità della politica e dell’intero corpo sociale valenzanese: chi amministra deve creare le condizioni per formare i giusti anticorpi sociali e culturali ed evitare condizionamenti e infiltrazioni da parte di poteri criminali. Il clima politico di divisione che ha vissuto Valenzano negli ultimi vent’anni ha allontanato il paese dai suoi cittadini. La politica è stata assente: ha abbandonato il territorio e nessuno ha saputo leggere la situazione di disagio sociale. Un vuoto in cui s’è infiltrata la criminalità.

Nella passata amministrazione, gli esponenti del PD hanno provato a lanciare segnali di rinnovamento delle pratiche della politica. Sulla base di quell’esperienza, il circolo del Partito Democratico di Valenzano ha prodotto un documento, Rinnovare nei fatti, in cui si pongono come basi fondanti dell’azione politica determinati valori e principi: identità, trasparenza e legalità.

La proposta del Partitio Democratico punta a superare l’assenza della politica, troppo spesso chiusa nei suoi riti e poco attenta alla situazione sociale. Per questo invitiamo tutte le forze in campo ad un confronto sulle cause sociali che hanno permesso il dilagare della criminalità nel nostro territorio, invitandole a dichiarare quali attività di contrasto alla criminalità – piccola e grande – metteranno in campo nell’amministrazione del paese: la comunità ha bisogno di risposte.

Rispondi