Emanuela Carone: il Comune di Valenzano non è l’ufficio di collocamento

carone

Consapevolezza e legalità. Ho accettato la mia candidatura a consigliera comunale di Valenzano con coscienza e consapevolezza: quanti, fra i 320 candidati in gioco in questa tornata elettorale, possono dire la stessa cosa?

I giovani rivestono un ruolo particolare: la società e le sue evoluzioni spesso incrementano la sensazione di incertezza. Il benessere dipende da diversi fattori: il lavoro, il rispetto reciproco, una buona amministrazione e la legalità.

La buona politica crea lavoro. Il Comune di Valenzano non è l’ufficio di collocamento: la politica non dà lavoro, deve crearlo. Se un candidato promette un posto di lavoro o dice il falso o fa parte di un meccanismo malsano di cui tutta la società paga le conseguenze.

Le associazioni sono buona politica. Il nostro territorio deve essere presidiato da chi attua una politica positiva di crescita per la comunità, come le associazioni: non è più tempo di una politica basata sulla paura e sul ricatto, sul terrore e sul “do, se mi dai”.

La legalità non è mediazione. La legge 109 del 1996 sulla confisca dei beni di proprietà mafiosa e sul suo riutilizzo in chiave sociale è uno strumento importante: distrugge il “capitale sociale” della mafia e restituisce al cittadino spazi di proprietà pubblica.

Dobbiamo essere quotidiani testimoni della legalità. Segnali forti vengono dalla lista del Partito Democratico di Valenzano: una lista composta da chi da anni lavora sul territorio e che fa della partecipazione attiva e civile il serbatoio delle proprie azioni.

La legalità è un impegno. Per dare forza alle nostre parole, i Giovani Democratici ed il Partito Democratico di Valenzano hanno organizzato una manifestazione in Largo Plebiscito dove il candidato sindaco Pasqualino Borgese e tutti i candidati consiglieri firmeranno la Carta di Pisa, il codice etico per gli enti locali promosso da Avviso Pubblico.

Il nostro obiettivo, è rafforzare la trasparenza e la legalità nella Pubblica Amministrazione, contro la corruzione e l’infiltrazione mafiosa.

Rispondi