Pasqualino Borgese: un candidato sindaco sostenuto da 5-7 liste è debole

borgese

Piedi d’argilla. Cicirelli? Lomoro? Tonio De Nicolò? Un candidato sindaco appoggiato da 5-7 liste cammina su piedi d’argilla: ha un problema d’instabilità all’interno della coalizione che lo appoggia, per tanto è un candidato debole.

La forza di un candidato sindaco viene dall’unità del gruppo che lo sostiene: quale coesione viene da un folto gruppo di candidati consiglieri provenienti da più liste che neppure si conoscono fra loro?

Il vero rinnovamento. Il paese necessita di un rinnovamento politico: deve cambiare una classe politica che ha mal governato per 20 anni e oltre. Classe che non si è mai rinnovata: ogni volta i protagonisti di questa politica hanno cambiato etichetta, sono passati da una parte all’altra.

Nelle varie campagne elettorali, queste persone si sono proposte, nonostante tutto, come forze di rinnovamento, legalità e trasparenza. I frutti di questi programmi sono sotto gli occhi di tutti.

La nostra proposta di rinnovamento non è una promessa elettorale fine alle elezioni. Il nostro cammino è iniziato con un’azione forte 3 anni fa, voluta a tutti i costi da Luigi Lampignano.

Rispondi