Il Comune di Valenzano e il valore della trasparenza

Gazzetta 20 gennaio 2014 ritaglio

Compito dei consiglieri comunali è vigilare e controllare tutti gli atti amministrativi. Il codice di disciplina adottato dall’Amministrazione di Valenzano dovrebbe regolamentare il funzionamento della macchina amministrativa sulla base di principi di correttezza e funzionalità nei confronti dei cittadini: non può certo essere utilizzato come “arma” per impedire la trasparenza nel Comune.
Al contrario, l’Amministrazione dovrebbe dotarsi di nuovi e più efficaci strumenti per promuovere il valore della trasparenza.
Stupiscono per questo le dichiarazioni rilasciate alla Gazzetta del Mezzogiorno del 20 gennaio dal vice sindaco Francesca Ferri, in merito alle recenti polemiche sui vigili urbani appiedati per la mancata fornitura di benzina: secondo il vice sindaco, dal momento che la Giunta ha approvato il nuovo codice di disciplina dei dipendenti comunali, che impone un vincolo di riservatezza, i consiglieri di opposizione non avrebbero potuto essere a conoscenza delle notizie utilizzate per la denuncia pubblica.
Per ovviare a queste carenti forme di trasparenza amministrativa, ancora una volta come Partito Democratico sottolineiamo le opportunità offerte dalla Carta di Pisa, il codice etico degli Enti Locali elaborato da “Avviso Pubblico”.
Stiamo raccogliendo le firme necessarie affinché questo documento venga adottato anche dal Comune di Valenzano.

Rispondi