Raccolta rifiuti: dov’è la volontà di migliorare il servizio?

municipio_valenzano

Il 30 maggio scade l’affidamento semestrale del servizio di raccolta, conferimento e trasporto dei rifiuti urbani.
Con Delibera di Giunta numero 43, il Comune di Valenzano ha adottato l’atto di indirizzo in materia di nuovo affidamento del servizio. Un atto di indirizzo che in realtà non indirizza alcunché.
Con questa Delibera, infatti, la Giunta si limita a prendere atto che la Legge Regionale 24 del 2012 vieta ai Comuni, in questa fase, di aggiudicare il servizio tramite gare a evidenza pubblica, e sulla base di questa Legge stabilisce di procedere per affidamento diretto del servizio, per un periodo contrattuale di un anno.
Soprattutto, si parla genericamente di azioni per incrementare la raccolta differenziata: nulla viene detto su come debba essere espletato il servizio.
Un atto di indirizzo dovrebbe porsi degli obiettivi e dovrebbe fissare le linee guida per il perseguimento di tali obiettivi. Ci pare di poter dire, invece, che la responsabilità di stabilire criteri e parametri venga sostanzialmente scaricata sugli uffici.
Dov’è la volontà politica di migliorare il servizio? Dov’è l’impulso, che dovrebbe provenire dalla Giunta, a uno slancio più deciso alla differenziata?
Anche in questo caso, insomma, la Giunta ha rinunciato a svolgere il proprio ruolo di organo di indirizzo politico, dimostrando un evidente deficit di capacità di programmazione.

Rispondi