Valenzanesi: cittadini protagonisti o sudditi paganti?

Lomoro_cittadino_al_centro_1

Chi ricorda più le mirabolanti promesse fatte da Antonio Lomoro e dalla sua coalizione durante la campagna elettorale? “Premi per i migliori progetti di attività lavorative”. “Sportelli URP nel quartiere San Lorenzo”. “Dieci biciclette di proprietà comunale messe a disposizione dei cittadini”.
Soprattutto, “trasparenza e partecipazione”. “Il cittadino sempre al centro” era uno degli slogan lanciati dalla macchina propagandistica di Lomoro.
E ora? Che ne è stato di tutte quelle visionarie anticipazioni di un magnifico futuro per Valenzano?
A noi pare che, allo stato attuale dei fatti, per questa Amministrazione, il cittadino sia tutt’altro che attivo protagonista. Al massimo, può ricoprire il ruolo di suddito pagante, per di più da tartassare.
E difatti, in questi giorni, i valenzanesi stanno vivendo sulla propria pelle, e in maniera bruciante, i risultati delle scelte miopi e scellerate della Giunta Lomoro.
Aumenta la Tari (ex Tarsu), a fronte di una differenziata che non decolla e di una gestione del servizio di igiene pubblica complessivamente e oggettivamente disastrosa.
Aumenta il carico tributario sulla prima casa.
In questo scenario catastrofico, gli esponenti della maggioranza e della Giunta non sanno fare altro che agitarsi scompostamente, a cercare alibi e additare presunti colpevoli. Per gli attuali Amministratori, infatti, è sempre colpa di qualcun altro. Ora è colpa delle precedenti Amministrazioni, ora è colpa della Regione Puglia, ora è colpa del Governo nazionale.
Un Amministratore serio e maturo, piuttosto, dovrebbe sapersi assumere le proprie responsabilità. Non certo tentare maldestramente di scaricarle su altri, per mascherare dietro comodi paraventi la propria incapacità.
In ogni caso, vorremmo ricordare che l’Amministrazione Lampignano fece scelte di ben altro segno e altra natura.
In primo luogo, in un quadro complessivo di crisi sociale ed economica, fu operata la scelta (tutta politica) di non scaricare il peso di tale crisi sulle classi medio-basse. Per esempio, la prima casa non fu toccata: furono piuttosto riviste le aliquote relative alle seconde e terze case.
Soprattutto, la passata Amministrazione attuò un’accorta e prudente politica di gestione dei rapporti contrattuali, delle utenze, delle manutenzioni, in modo tale da ottenere risparmi per le casse comunali senza eccessivi tagli sui servizi essenziali per i cittadini.
Dov’è questa lungimiranza negli Amministratori attuali?
Dov’è questa attenzione per la comunità e i suoi bisogni?
Soprattutto, quando la Giunta Lomoro avrà l’onestà e il buon gusto di riconoscere il proprio fallimento politico?

One Response to Valenzanesi: cittadini protagonisti o sudditi paganti?

  1. Dino Ladisa scrive:

    Mission Impossible….

Rispondi