La Tari, l’Amministrazione valenzanese e la disinformazione

ritaglio Manifesto Comune tributi 2014

Di fronte al malcontento crescente da parte dei cittadini valenzanesi per l’aumento dei tributi e per gli evidenti disservizi nella gestione dell’igiene pubblica, gli Amministratori locali non sanno fare altro che cercare di scaricare le proprie responsabilità su altri.
Il Sindaco Antonio Lomoro, per esempio, afferma esplicitamente e pubblicamente, a mezzo facebook, che l’Amministrazione sarebbe stata costretta dall’attuale Governo ad aumentare la quota Tari a carico dei cittadini.
Ebbene, questa è vera e propria disinformazione. Propaganda messa in moto per cercare di gettare polvere negli occhi.
La verità è ben altra. La verità è che si sapeva già da tempo che i Comuni sarebbero stati chiamati a coprire integralmente i costi dei servizi di igiene pubblica attraverso i tributi posti a carico dei cittadini: se ne parlava già con la normativa sull’introduzione della Tares (Legge 22 dicembre 2011, n. 214, approvata all’epoca del Governo Monti).
E dunque, un’Amministrazione seria e lungimirante si sarebbe dovuta attivare per tempo, investendo sulla differenziata e promuovendo tutte quelle iniziative che avrebbero potuto assicurare servizi migliori a vantaggio della comunità e al contempo esborsi meno gravosi.
Invece, lo spettacolo al quale assistiamo, purtroppo, è un altro: piuttosto che assumersi le proprie responsabilità, gli attuali Amministratori giocano allo “scaricabarile”, cercando maldestramente alibi e pretesti a giustificare la propria inefficienza. Prima accumulano disastri su disastri (il cui conto sarà pagato dai cittadini) e poi indicano il “nemico” di turno, al quale addossare la colpa. In altri casi, se l’Amministrazione non riusciva ad amministrare, la colpa era puntualmente attribuita all’opposizione, che aveva l’ardire (!) di opporsi. Adesso, la colpa sarebbe del Governo nazionale.
Come spiegherà il Sindaco che in altri Comuni, anche vicini, i servizi di raccolta e smaltimento rifiuti sono gestiti meglio e che i tributi dovuti dai cittadini fanno registrare cifre inferiori? Forse quei Comuni non dipendono dallo stesso Governo? Fanno parte di una libera ed autonoma Repubblica, indipendente dallo Stato Italiano?
Soprattutto, vogliamo sperare che il Sindaco e gli esponenti della maggioranza non cerchino di imputare al Governo nazionale anche la responsabilità dei disservizi nella gestione dell’igiene pubblica. A meno che non vogliano venire a raccontarci che il Presidente del Consiglio e i Ministri nottetempo vengono a scaricare i rifiuti nei cassonetti valenzanesi…

Lomoro su Tari

Rispondi