La chiusura del mercato ittico a Valenzano. Che ne è stato dei precedenti progetti?

carabinieri-nas2

Apprendiamo dagli organi di stampa che i Carabinieri del Nas sono intervenuti a chiudere il mercato ittico coperto di Valenzano, dopo aver verificato gravi carenze sul piano igienico e sanitario.
È opportuno ricordare che l’Amministrazione Lampignano aveva a suo tempo approntato un progetto complessivo di risanamento dell’edificio in questione: il mercato ittico si sarebbe dovuto trasferire in altri locali già individuati, per lasciare spazio a un contenitore da recuperare e destinare ad attività culturali. Sarebbero stati ristrutturati anche gli ambienti al primo piano, attualmente inutilizzati.
C’è di più: i soldi per questo intervento erano già stati individuati. La parte riguardante il mercato ittico sarebbe stata finanziata tramite residui di mutui estinti. Il progetto relativo al primo piano avrebbe invece intercettato fondi europei.
Che ne è stato di tutta questa progettualità?
L’Amministrazione attuale dichiara a ogni piè sospinto di aver ereditato dalla precedente gestione una situazione disastrosa. La verità è tutt’altra. La verità è che il lascito dell’Amministrazione Lampignano comprendeva una serie di progetti già belli e pronti, approvati e per di più coperti finanziariamente.
Progetti che occorreva semplicemente raccogliere e portare avanti. Ma l’incapacità dell’Amministrazione Lomoro evidentemente non consente neanche di approfittare di questa eredità progettuale.
A pagarne le spese, come sempre, è la comunità.

Rispondi