Igiene pubblica a Valenzano. Le eredità del passato, i progetti per il futuro

ritaglio Gazzetta 28 gennaio 2015

Il Sindaco Lomoro continua a ripetere che i disastrosi risultati sul fronte dell’igiene pubblica non sono imputabili a sue responsabilità. In seguito alla manifestazione che ha raccolto e amplificato le voci di indignazione dei cittadini, il primo cittadino di Valenzano promette, dalle colonne della Gazzetta, la prossima convocazione di un Consiglio Comunale monotematico, in cui chiarirà quello che, a suo modo di vedere, è il nodo della vicenda: non è colpa sua. Lui ha solo ereditato il contratto dalle Amministrazioni passate.
Una filastrocca ormai stanca. Una tiritera che da tempo abbiamo imparato a conoscere. Non è mai colpa dell’attuale Amministrazione! Anzi, a detta degli esponenti della Giunta e della maggioranza, quest’Amministrazione può fare ben poco: ora è frenata dall’eredità delle precedenti gestioni, ora è bloccata per responsabilità del Governo, ora è paralizzata a causa della Regione.
Di fronte a questa compiaciuta esibizione di irresponsabilità, non possiamo fare altro che chiederci: perché mai, a questo punto, gli attuali amministratori si sono candidati a guidare il paese? Tanto, almeno a sentire loro, non possono fare alcunché!
Soprattutto, se davvero c’è così poco margine di manovra per operare (sempre, beninteso, per colpa di qualcun altro), come mai gli esponenti della coalizione Lomoro, all’epoca della campagna elettorale, si sperticarono in tutte le mirabolanti promesse di cui era infarcito il loro programma?
In ogni caso, aspettiamo con ansia il Consiglio Comunale promesso dal Sindaco (il quale, se qualcuno se ne fosse dimenticato, ha mantenuto per sé la delega all’igiene urbana). Speriamo che sia l’occasione non solo e non tanto per chiarire il passato, ma soprattutto per iniziare a progettare per il futuro, ascoltando i bisogni dei cittadini e rilanciando le potenzialità della comunità.

Rispondi