L’Assessore Ferri ascolta i cittadini: coinvolgimento o propaganda?

evento fb Assessore Ferri

Dalla piazza virtuale dei social network, l’Assessore al Bilancio, Francesca Ferri, annuncia con gran squillo di trombe che, per la prima volta nella storia del Comune di Valenzano, l’Amministrazione intende rendere i cittadini protagonisti nella formazione del bilancio di previsione.
Come? Attraverso un incontro, nel quale l’Assessore stessa ascolterà le varie categorie sociali e le rappresentanze politiche, fissato per il prossimo 13 marzo.

A fronte di tanta enfasi, ci sentiamo di dover osservare che un percorso di partecipazione che voglia realmente mettere al centro i cittadini non può certo limitarsi a un generico incontro di “ascolto”, annunciato su facebook.
In quelle realtà nelle quali l’esperienza del bilancio partecipativo è ormai pratica consolidata, una quota di bilancio dell’ente è effettivamente assegnata alla gestione diretta dei cittadini, i quali vengono messi nelle materiali condizioni di dialogare con l’Amministrazione, di interagire con le sue scelte e, eventualmente, di avere voce in capitolo nella modifica di queste stesse scelte.
Soprattutto, un bilancio realmente partecipativo è il risultato di un percorso complesso, in cui vengono coinvolte via via, e in fasi differenti, categorie diverse, in maniera da avere un quadro sistematico dei bisogni e delle aspettative della comunità.
Ci chiediamo, infine, che senso abbia convocare questo incontro solo per il 13 marzo, dal momento che la scadenza per l’approvazione dei bilanci dei Comuni è fissata al 31 marzo. Per di più, vanno calcolati i termini entro cui lo schema di bilancio di previsione comunale deve essere predisposto dalla Giunta per essere messo a disposizione del Consiglio Comunale.
Insomma, per la data del 13 marzo, giorno scelto dall’Assessore Ferri per ascoltare i cittadini, in realtà dovrebbe essere già tutto deciso.
In definitiva, a noi, più che espressione di una reale volontà di coinvolgimento, questo annuncio pare l’ennesimo tentativo di fare propaganda.
Una maniera per simulare la partecipazione, laddove i giochi sono già chiusi.

2 Responses to L’Assessore Ferri ascolta i cittadini: coinvolgimento o propaganda?

  1. Franco Pancotto scrive:

    Questo è un altro palliativo:

    l’Amministrazione Comunale di Valenzano non ascolta i cittadini – basti pensare come si viene accolti in Municipio con quell’aria di sufficienza degli impiegati, per non parlare del Sindaco Lomoro, che non è mai reperibile, neanche negli orari in cui dovrebbe riceverci.

    Le lamentele in merito sono diffuse in tutti gli strati sociali del paese: fatta eccezione per “gli amici degli amici degli amici”.

    Questa Giunta deve rendere conto ai propri cittadini delle gravi inadempienze con spiegazioni plausibili, ammesso che ne abbia: altrimenti si dimetta e si vada a nuove elezioni.

    Franco Pancotto

  2. Franco Pancotto scrive:

    POST SCRIPTUM

    “Il sabato del villaggio”

    Che gioia guardare dal mio balcone i Vigili Urbani a fare un po’ d’ordine nel “Sabato del villaggio” di Valenzano, dove in Corso Aldo Moro (Via della Stazione) si parcheggia in doppia fila come fosse la cosa più naturale del mondo.

    Quindi, i vigili lavorano, si fanno vedere, fanno cose, insomma – oltre a gestire i Servizi Sociali di questo Comune affidati al Comandante in Capo – Maggiore Sifanno.

    Mai in vita mia ho saputo di questa anomalia – mai! Ovviamente tira maretta nell’Amministrazione Comunale a guida Lomoro, se tanto mi dà tanto…

    I Servizi Sociali di un Comune sono il cardine di un’amministrazione: la Dott.ssa Mannacio ne è stata la Responsabile fino a due mesi fa, ma non si capiscono né le ragioni delle sue dimissioni (o estromissione) né i perché: figuriamoci se ci vengono spiegate… figuriamoci!

    Magari al prossimo Consiglio Comunale, sarebbe bene fare chiarezza: ma forse è chiedere troppo… (?)

    Franco Pancotto

Rispondi