Fiera di Ognissanti e diritti degli animali. Una istanza

ritaglio istanza fiera

Durante l’edizione appena trascorsa della tradizionale Fiera di Ognissanti, si sono verificati episodi che rappresentano vere e proprie violazioni dei diritti degli animali.
Il circolo del Partito Democratico di Valenzano ha presentato un’istanza all’Amministrazione Comunale, chiedendo di intervenire in merito.
Di seguito, il testo dell’istanza protocollata:

Al Sindaco
All’Assessore alle Attività Produttive e al Commercio
Al Presidente del Consiglio Comunale
Comune di VALENZANO

Istanza – Violazioni dei diritti degli animali nel corso delle attività di vendita nell’ambito della Fiera di Ognissanti

Premesso che:

anche quest’anno, il Primo Novembre, si è svolta a Valenzano la tradizionale Fiera di Ognissanti;
al termine della Fiera, per strada, in corrispondenza di alcune postazioni concesse ai commercianti intervenuti, giacevano i cadaveri di alcuni animali di piccola taglia;
tali cadaveri sono stati molto verosimilmente abbandonati dagli esercenti di attività dedicate alla vendita di animali;
è evidente che la morte di questi animali è conseguenza delle condizioni in cui essi sono stati tenuti durante le operazioni di vendita: condizioni tali da cagionare sofferenza e da configurare veri e propri maltrattamenti;
le foto degli animali morti sono state pubblicate, da alcuni valenzanesi, su social network, suscitando l’indignazione di molti cittadini;
la notizia è anche stata ripresa dal quotidiano on line “Puglia In”.

Considerato che:

il vigente Regolamento Comunale sulla Tutela e Diritti degli Animali e sui doveri dei proprietari, stabilisce, all’art. 15 c. 7, che “in occasione di fiere e sagre la vendita e l’esposizione di animali dovrà avvenire in modo tale da garantire comunque agli stessi, a seconda delle singole specie: – gabbie e contenitori adeguate alla mole e al numero degli animali ospitati; – cibo e abbeveratoio con acqua pulita”;
ai sensi degli artt. 544-ter e 727 del Codice Penale, sono perseguibili penalmente le azioni di chiunque “per crudeltà o senza necessità, cagiona una lesione ad un animale ovvero lo sottopone a sevizie o a comportamenti o a fatiche o a lavori insopportabili per le sue caratteristiche etologiche”, nonché quelle di “chiunque detiene animali in condizioni incompatibili con la loro natura e produttive di gravi sofferenze”.

Il locale circolo del Partito Democratico, ai sensi dell’art. 57 dello Statuto Comunale, presenta istanza a questa Spettabile Amministrazione, per chiedere:

di accertare violazioni che dovessero essere state commesse nel corso della Fiera di Ognissanti appena passata, e di prendere misure tali da perseguire gli eventuali responsabili;
di mettere in atto iniziative per evitare che simili abusi vengano praticati anche per le prossime edizioni della Fiera, nonché per tutte le sagre, le manifestazioni e gli eventi che contemplino la vendita di animali.

Distinti saluti.

Francesco Calè
Segretario Pd – circolo di Valenzano

Valenzano, 4 novembre 2015

Scarica il file con il documento protocollato

Rispondi