Cronache dal Consiglio Comunale del 30 aprile 2016

consigliovalenzano

La seduta del Consiglio Comunale, convocata per la mattina del 30 aprile per discutere il bilancio di previsione 2016, è stata sospesa e aggiornata al prossimo 18 maggio.
In apertura, alcune pregiudiziali tecniche e giuridiche sollevate dai consiglieri di minoranza hanno suscitato le solite sceneggiate.
In particolare, il Consigliere Maria Cicirelli ha sollevato l’obiezione per cui il direttore di ragioneria, Rocco Bellomo, risulterebbe tuttora iscritto all’Albo dei Commercialisti, quando la normativa vigente stabilisce, in casi come questo, che impiego pubblico e libera professione sono incompatibili.
Questa incompatibilità comprometterebbe il procedimento attraverso il quale si sono prodotti gli atti del bilancio: molti di questi recano il parere di regolarità sottoscritto proprio dal Dottor Rocco Bellomo.
A fronte di questa eccezione, si è sentita in dovere di intervenire il Consigliere Antonella Varlaro (moglie del Dottor Bellomo) per motivare i propri passaggi e i propri percorsi politici: ha proclamato di essere passata dalla maggioranza alla minoranza nella speranza di trovarvi valori e ha raccontato di aver trovato solo “falsità”.
Insomma, come sempre, critiche politiche o rilievi formali vengono scambiati per attacchi personali o sono piegati a pretesto per comizi o per battibecchi sterili: al di là di questo, prendiamo atto che finalmente il Consigliere Varlaro, con queste dichiarazioni, ha fatto chiarezza sulla propria collocazione. Formalmente potrà continuare a sedersi tra i banchi della minoranza, ma è fin troppo evidente che i suoi comportamenti la rendono parte organica della maggioranza.
Successivamente, il Sindaco ha accolto l’eccezione dei consiglieri di minoranza, che avevano segnalato di non aver avuto a disposizione i margini di tempo per formulare emendamenti: per questo, è stata avanzata la proposta di sospendere i lavori e aggiornarli, in modo da salvaguardare le prerogative dell’opposizione e dell’intero Consiglio.
Un gesto di apertura e di attenzione sicuramente positivo, dal momento che in questo modo vengono ristabiliti i presupposti per un confronto fruttuoso e corretto.

Rispondi