Valenzano. Basta con i teatrini. Restituiamo credibilità alla politica

Lomoro vs Ferri

La situazione è grave ma non è seria.
A Valenzano, continua l’eterna sceneggiata alla quale si è ridotto il confronto politico: denunce, accuse, controaccuse, rimpalli di colpa e scarichi di responsabilità.
In quest’ultima puntata, due ex vicesindaci dichiarano ai microfoni di un’emittente locale che sarebbe stato intimato loro di versare soldi per continuare a mantenere la carica.
In questa situazione di caos, c’è un urgente bisogno che la politica e le istituzioni riacquisiscano credibilità.
I protagonisti di questa desolante stagione amministrativa abbiano il coraggio e la dignità di fare un passo indietro e di tenersi in disparte, almeno fino a quando queste confuse e oscure vicende non saranno chiarite.
Chi si propone alla guida del paese, indipendentemente dalla collocazione, dallo schieramento o dal colore, dimostri la capacità di lanciare segnali forti, chiari e definiti.
Le possibilità e le occasioni per segnare una discontinuità ci sono: sottoscrivere, al momento della candidatura, il codice etico elaborato dalla Commissione Antimafia; dotare il nostro Comune di strumenti di trasparenza, legalità e corretta regolamentazione del rapporto fra istituzioni tra e cittadini, come la Carta di Avviso Pubblico o l’Anagrafe degli Eletti.
La politica non può più ridursi a teatrino o a lotta senza esclusione di colpi per l’occupazione di postazioni di potere. Deve e può tornare a parlare ai cittadini dei temi che riguardano la vita della comunità.

One Response to Valenzano. Basta con i teatrini. Restituiamo credibilità alla politica

  1. Franco Pancotto scrive:

    (come sopra)

    E niente… sapevo che quei due sarebbero finiti in tribunale fin dal primo giorno che ebbi la sfortuna di conoscerli. Faccio loro tanti auguri di cuore.

    Franco Pancotto (Classe 1959)

Rispondi