La Tari a Valenzano: perché queste scadenze?

Tari

In questi giorni i cittadini valenzanesi stanno vedendo piombare a casa propria un’amara sorpresa: i bollettini della Tari, che recano come termine per il versamento della prima rata (o, in alternativa, per il pagamento in un’unica soluzione) la data del 16 luglio. Insomma, la consegna degli avvisi viene effettuata a ridosso della scadenza, con il prevedibile risultato che molti cittadini si troveranno nelle condizioni di compiere il versamento in ritardo.
Ma c’è di più: come anticipato, il termine per eseguire il versamento in un’unica soluzione è il 16 luglio. Gli anni scorsi, invece, ai cittadini che avessero voluto adottare questa opzione di pagamento, veniva concesso molto più tempo. Di solito, infatti, veniva approvato in Consiglio Comunale un emendamento che consentiva di andare in deroga al vigente regolamento sui tributi comunali.
Che cos’ha impedito stavolta al Consiglio Comunale di prendere in considerazione un’analoga iniziativa? Come mai non si sono adottati adeguati provvedimenti per andare incontro alle esigenze dei valenzanesi che avrebbero trovato più comodo e pratico fare un unico versamento verso la fine dell’anno?
Auspichiamo risposte da parte degli organi politici competenti. Per ora, l’unica cosa certa è che invece di agevolare i cittadini e i contribuenti e metterli in condizione di cooperare con le istituzioni, si fa di tutto per complicare loro la vita.

Rispondi