Comunicato del Pd di Terra di Bari sui fatti di Valenzano

pagano_foto

In occasione della festa di San Rocco a Valenzano, la famiglia Buscemi ha fatto mettere un messaggio con dedica sulla mongolfiera che viene lanciata, tradizionalmente, in occasione della conclusione dei festeggiamenti del 16.
Sull’ipotesi che si tratti o meno di sponsorizzazione da parte del clan omonimo sta indagando chi di competenza, nel frattempo l’arcidiocesi di Bari Bitonto prende le distanze da quella che nel comunicato ufficiale definisce una “deprecabile vicenda”.
Non mostrano medesima attenzione il Sindaco Lomoro e la sua amministrazione, i quali invece di esprimere piena fiducia negli organi inquirenti perché facciano piena luce sull’episodio, mettendo così al riparo le istituzioni civili e religiose oltre che l’intera comunità da eventuali ombre, urlano al complotto politico.
Dinanzi alla sola probabilità che l’accaduto possa rivelarsi un messaggio per affermare la presenza di clan mafiosi sul territorio, il Partito Democratico di Terra di Bari invita tutte le forze politiche e i cittadini che hanno a cuore la libertà della città di Valenzano da qualsivoglia ed eventuale infiltrazione della criminalità organizzata, a fare fronte unico e ad unirsi attorno agli organi competenti perché si faccia definitivamente chiarezza.
Ubaldo Pagano
segretario PD Terra di Bari
e la Segreteria PD Terra di Bari
Bari, 19 agosto 2016

One Response to Comunicato del Pd di Terra di Bari sui fatti di Valenzano

  1. Franco pancotto scrive:

    e.p.c.

    I valenzanesi non saranno magari “mafiosi”, ma sono certamente “distratti”…

    Com’è possibile infatti e intanto che un clan malavitoso dal nome così altisonante, protagonista della cronaca nera locale, possa tranquillamente rivolgersi a un artigiano del posto per commissionare una cosiddetta mongolfiera da far lanciare durante la festa patronale di San Rocco per segnalare il loro “prestigio” facendolo passare per “devozione”, senza che nessun altro sapesse in paese delle loro intenzioni, a incominciare dal Sindaco, passando per il Comandante dei Vigili Urbani, per finire al Presidente del Comitato Festa Patronale?

    Lo sapevano tutti e tutti hanno taciuto in pieno stile omertoso che contraddistingue quelle persone che traggono benefici piccoli e grandi nella riverenza alla criminalità organizzata, la quale riesce così a spadroneggiare facendo il bello e il cattivo tempo a seconda delle stagioni che loro stessi decidono in collusione con gli amministratori locali.

    Bene ha fatto l’on.Ginefra a denunciare il fatto al Ministero degli Interni e bene ha fatto il Sindaco di Bari Decaro a sostenerlo.

    Aspettiamo tutti con ansia l’esito delle indagini e nel frattempo consiglierei al Sindaco di Valenzano Lomoro di chiedere lui scusa per l’accaduto ai cittadini onesti, invece di inveire contro chi fa il suo dovere civico, cioè quello di denunciare: che in Italia, si sa, viene “cornuto e mazziato”.

Rispondi