Valenzano. Dal dibattito in Consiglio Comunale nessuna chiarezza sul rimpasto di Giunta

consigliovalenzano

Quello che si è svolto la mattina del 23 dicembre è stato il primo Consiglio Comunale riunito dopo l’operazione di ristrutturazione della Giunta. Ci si sarebbe potuti aspettare che il Sindaco e la maggioranza avvertissero l’esigenza di utilizzare questa occasione istituzionale per fare chiarezza sul senso e sugli obiettivi di questa manovra.
Invece, dal Primo Cittadino sono provenute solo neutre e formali parole di circostanza. In base alla sua ricostruzione, l’unica componente non riconfermata della Giunta, Porzia Pietrantonio, sarebbe stata esclusa da questa ridefinizione della squadra assessorile a causa di non meglio precisate scelte personali, che l’avrebbero allontanata dal gruppo di cui lei era espressione, vale a dire il “Movimento Schittulli”.
Al di là del fatto che questo atteggiamento evasivo mortifica il ruolo del Consiglio Comunale, rileviamo che in ogni caso le dichiarazioni del Sindaco lasciano intravedere delle motivazioni politiche dietro la scelta di estromettere l’Assessore Pietrantonio. Una circostanza che smentisce gli altisonanti proclami dello stesso Antonio Lomoro, il quale aveva dichiarato alla stampa che l’azzeramento della Giunta era finalizzato a un rilancio dell’azione amministrativa.
È sempre più evidente che dietro quello che è un mero rimpasto non c’è nessuna visione progettuale, ma semplicemente la volontà di ricompattare la maggioranza attorno a una redistribuzione delle cariche.
Nel frattempo l’Amministrazione, in assenza del benché minimo straccio di programma, continua a barcamenarsi e a navigare a vista. Chi ne fa le spese, come al solito, è l’intera comunità.

Rispondi