Sul provvedimento interdittivo antimafia nei confronti della Camassambiente

ritaglio-sito-prefettura-camassa

Nei giorni scorsi il Prefetto di Bari ha adottato un provvedimento interdittivo antimafia nei confronti della Camassambiente, dandone notifica a tutti gli enti locali presso i quali la ditta in questione è affidataria della gestione del servizio di igiene urbana. Successivamente, la Prefettura ha comunicato di aver avviato le procedure per valutare la sussistenza dei presupposti per l’applicazione delle misure straordinarie di gestione, sostegno e monitoraggio delle imprese, così come disciplinate dalla normativa sull’efficienza della Pubblica Amministrazione.
Riteniamo inquietante che simili ombre si addensino su un’azienda che a Valenzano ha in carico un appalto tanto delicato e strategico per la qualità della vita della comunità come quello relativo alla pubblica igiene. Tanto più che già in passato, l’Anac ebbe modo di intervenire nella conduzione di tale appalto da parte dell’Amministrazione valenzanese, giudicando illegittimo l’affidamento per via diretta.
Confidando nell’operato della Prefettura, auspichiamo che al più presto si faccia luce sulle circostanze da cui è scaturito questo provvedimento e ci auguriamo che vengano vagliate e chiarite le situazioni da noi già segnalate in passato.
Vogliamo sperare che, a fronte di una situazione così complessa, il Comune sia in grado di assicurare la continuità del servizio.

Rispondi