Provvedimento interdittivo antimafia. Il Sindaco di Valenzano non rinnova l’affidamento del servizio di igiene pubblica alla Camassambiente

ritaglio ordinanza urgente affidamento Ercav

In seguito all’emissione del provvedimento interdittivo antimafia disposto dalla Prefettura di Bari a carico della Camassambiente, il Sindaco di Valenzano non ha rinnovato l’affidamento a tale ditta della gestione del servizio di igiene pubblica. L’assegnazione dell’appalto, finora, era stata prorogata di volta in volta, in attesa della partenza della gara unica di ambito relativa all’Aro BA7. Adesso, in coincidenza con l’ennesima scadenza, il Sindaco ha ritenuto di non concedere un’ulteriore proroga, sulla scia delle notizie comunicate dalla Prefettura.
Nel frattempo, la responsabilità del servizio è stata attribuita, in via temporanea e urgente, alla ER.CAV. di Cellamare (società partecipata della Lombardi Ecologia).
Seguiremo con attenzione gli sviluppi della vicenda, per valutare le ricadute sulla stabilità e sulla qualità del servizio.
In ogni caso, l’episodio corrobora le nostre convinzioni sulla necessità di coordinare il conferimento degli appalti pubblici, improntandolo a modalità che garantiscano la massima trasparenza, specie se si parla di settori tanto delicati e fondamentali per il benessere e per le condizioni di vita di una comunità, come, per l’appunto, l’igiene urbana.

Rispondi