La concessione del patrocinio legale ad amministratori di Valenzano. Un atto che suscita perplessità

ritaglio delibera patrocinio legale

Il Comune di Valenzano ha concesso il patrocinio legale ad alcuni amministratori coinvolti in vicende giudiziarie. O meglio, sono stati gli stessi amministratori a riconoscere a se stessi il beneficio del patrocinio a carico del Comune di Valenzano.
Il provvedimento, infatti, è stato disposto con le Delibere 165, 166, 167 e 168 adottate dalla Giunta Comunale: quella Giunta di cui fanno parte il Sindaco Antonio Lomoro, il Vicesindaco Lucia Partipilo e il neo assessore Giovanni Giuliano. Ebbene, gli amministratori che sono interessati da procedimenti di natura penale e ai quali è stato conferito il patrocinio legale sono proprio il Sindaco, l’assessore Giuliano e il consigliere Agostino Partipilo, padre dell’attuale Vicesindaco.
Al di là delle considerazioni sull’opportunità politica di una simile condotta, ci sono aspetti di natura formale e procedurale che suscitano più d’una perplessità.
In primo luogo, Giovanni Giuliano ha partecipato alla riunione di Giunta nel corso della quale è stata elaborata e adottata la Delibera che gli ha assegnato il patrocinio. Con questa condotta ha prodotto un’evidente situazione di conflitto di interesse. La sua presenza, infatti, era incompatibile con l’emanazione di un provvedimento che andava a suo vantaggio. Un’incompatibilità di cui gli stessi amministratori dovevano essere consapevoli, dal momento che il Sindaco e il Vicesindaco Partipilo si sono astenuti dal partecipare alla formulazione degli atti che li vedevano interessati.
Soprattutto, di quali procedimenti penali si tratta? In base alla normativa vigente, se i reati ipotizzati rientrassero nella sfera di azione personale, e dunque non fossero connessi in maniera funzionale all’attività amministrativa dei soggetti implicati, questi ultimi non avrebbero nessun titolo per vedersi riconosciuta la concessione del patrocinio da parte dell’Ente presso il quale svolgono le proprie funzioni.
Chiediamo che sia fatta chiarezza in merito, per evitare di far sprofondare il Comune di Valenzano nell’ennesimo pantano di ombre e sospetti.

AGGIORNAMENTI

Prendiamo atto delle precisazioni fornite dall’Assessore Giovanni Giuliano e dal Presidente del Consiglio Giuseppe Spinelli. Nel corpo della Delibera riguardante la concessione del patrocinio legale a Giovanni Giuliano, la presenza dell’amministratore interessato sarebbe stata attestata per mero errore. Il procedimento penale a carico di Giovanni Giuliano sarebbe scaturito da una denuncia sporta dal Consigliere De Nicolò e relativa al provvedimento di espulsione dall’aula comminatogli dallo stesso Giuliano (il quale all’epoca dei fatti era Presidente del Consiglio).

Facciamo comunque notare che la notizia erronea della presenza dell’Assessore Giuliano in quella specifica riunione di Giunta è dovuta non certo a un nostro difetto di interpretazione ma a un’indicazione riportata nella Delibera pubblicata sull’Albo Pretorio. Soprattutto, rimarchiamo il fatto che restano inalterati e intatti gli altri motivi di perplessità sollevati. In particolare, permangono i dubbi sull’oggetto e sull’ambito dei procedimenti nei riguardi degli altri amministratori chiamati in causa.

 

Rispondi