Valenzano. Anomalie nel bando relativo all’affidamento dello Sprar?

ritaglio determina bando sprar

Con Determina 601 del 26 giugno 2017, il Comune di Valenzano ha approvato il bando di gara relativo all’affidamento del progetto Sprar (Sistema di protezione richiedenti asilo e rifugiati) attivo nel nostro territorio.
Nel capitolato d’appalto collegato al bando sono presenti alcune anomalie che rischiano di inficiare la validità dell’iter di assegnazione della gestione del servizio.
In particolare, in riferimento alla figura del coordinatore, sono richiesti dei requisiti restrittivi rispetto a quando disposto dalla normativa nazionale in materia.
Il capitolato elaborato dal Comune di Valenzano, infatti, prevede che il coordinatore debba necessariamente possedere il titolo di laurea in psicologia o in sociologia.
Niente di tutto questo è prescritto dal manuale operativo predisposto dal Servizio Centrale Sprar: in tale documento viene semplicemente precisato che il coordinatore deve possedere “consapevolezza di sé e del proprio stato emotivo” e “gestione di sé”.
Insomma, il bando, per come è stato elaborato, introduce in maniera arbitraria e immotivata dei paletti che limitano le possibilità di accesso e di partecipazione alla gara.
Alla luce di questi che appaiono come vizi di forma e che possono generare dubbi e riserve rispetto alla legittimità delle procedure, invitiamo il Comune di Valenzano a ritirare in via cautelativa l’atto.

Rispondi