Appalto rifiuti a Valenzano: l’interdittiva antimafia e le polemiche politiche

ritaglio Gazzetta 29 novembre 2017 ercav

La vicenda dell’interdittiva antimafia emessa dalla Prefettura a carico della Ercav desta preoccupazione e corrobora le nostre convinzioni sulla necessità di una gestione delle gare d’appalto pubbliche che concili i principi di trasparenza ed efficienza, a maggior ragione quando si tratta di servizi che hanno una ricaduta decisiva sulla qualità della vita delle comunità, come quelli collegati al ciclo dei rifiuti.
Duole dover constatare che i 5 stelle di Valenzano non hanno saputo fare altro che trarre dalla vicenda un’occasione per sollevare una polemica dal sapore propagandistico nei confronti del PD: un attacco del tutto gratuito e pretestuoso, che istituisce un indebito e infondato collegamento con il caso dell’affidamento dell’appalto unico relativo all’Aro Ba/7. Una vicenda che non c’entra niente con la situazione attuale, dal momento che quello che viene colpito dall’interdittiva della Prefettura è l’affidatario dell’appalto provvisorio.
Ci tocca ribadire che all’epoca muovemmo al sindaco di Noicattaro non contestazioni sul piano tecnico o giuridico, ma rilievi di natura politica, della cui validità siamo tuttora convinti.
Ci fa piacere comunque rilevare il mutato atteggiamento degli amici 5 stelle di Valenzano, che nel momento in cui lanciammo precisi segnali d’allarme sembrarono sottovalutare la portata e la pericolosità di certi fenomeni, mentre adesso mostrano attenzione nei confronti degli effetti corrosivi dell’infiltrazione della criminalità organizzata nella vita pubblica.
Siamo sempre stati in prima linea nel denunciare meccanismi opachi e dinamiche in grado di sfilacciare il tessuto connettivo della comunità, e siamo disposti alla collaborazione con chiunque voglia costruire percorsi comuni sul fronte della legalità e della giustizia: un terreno che non può essere settore di propaganda politica.

One Response to Appalto rifiuti a Valenzano: l’interdittiva antimafia e le polemiche politiche

  1. Non ho nulla a che spartire né con il PD né con il M5S, ma quando il commissariamento per infiltrazioni mafiose di Valenzano avrà concluso il suo iter, voterò per voi – lo giuro!
    Anche perché posso riassumere in due parole le squallide vicende dell’Amministrazione dell’ex Sindaco Antonio Lomoro e dell’ex Vice Francesca Ferri e i loro compari e comari:
    avevo ragione.

    Il tempo è gentiluomo…

    Franco Pancotto (classe 1959)

Rispondi