fbpx

Le continue inammissibili provocazioni dell’ex sindaco Lomoro

È sconfortante dover constatare che l’ex sindaco Lomoro continua a prodursi nelle sue inammissibili provocazioni.
Questa volta, l’ex primo cittadino, in un post pubblico sulla sua bacheca Facebook, si avventura in uno sconclusionato raffronto fra l’azione politica dei sindaci “disobbedienti” e la vicenda del provvedimento di scioglimento, disposto per presunte infiltrazioni mafiose, che ha interessato l’amministrazione da lui guidata, e arriva a invocare il commissariamento del comune di Bari, retto da un sindaco “reo” di aver manifestato il proprio dissenso nei confronti del ministro Salvini.
Ma ciò non basta. Lomoro si spinge fino al punto di insinuare, nei commenti ai propri post, che i Prefetti e i Viceprefetti, coinvolti nell’intervento di scioglimento, siano pedine manipolabili, funzionali a un gioco politico.
Per quanto tempo ancora la comunità di Valenzano dovrà tollerare di vedere calpestate la propria storia e la propria dignità da un manipolo di personaggi che non hanno alcun rispetto per il ruolo delle istituzioni?
Francesco Calè
Segretario PD – Circolo di Valenzano

One Response to Le continue inammissibili provocazioni dell’ex sindaco Lomoro

  1. Franco Pancotto ha detto:

    Per me, da quello che so, l’ex Sindaco Antonio Lomoro andrebbe arrestato.

    Poi, è la Giustizia che deve fare il suo percorso, inesorabilmente…

    Il tempo è galantuomo… (lo dicevo molto prima di Renzi)

    Franco Pancotto (classe 1959)

    http://lopinabile.tumblr.com/post/165823197090/valenzano-lombra-dei-clan-tra-appalti-e

Rispondi