fbpx

Il CdM proroga il commissariamento del Comune di Valenzano

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell’Interno Matteo Salvini, ha disposto la proroga per ulteriori sei mesi del commissariamento del Comune di Valenzano, il cui Consiglio Comunale è stato sciolto nel 2017 per presunte infiltrazioni mafiose. Le motivazioni del provvedimento risiedono nella constatazione che la commissione che regge l’Ente non ha ancora concluso l’azione di recupero e risanamento delle istituzioni locali dai condizionamenti esercitati dalla criminalità organizzata.
Accogliamo la notizia, che fa giustizia, in maniera lampante e una volta per tutte, delle insinuazioni velenose e strumentali che pretendevano che lo scioglimento fosse il frutto di un complotto politico.
Auspichiamo che la commissione straordinaria prosegua con sempre maggiore incisività nella sua azione di bonifica.
Soprattutto, ci auguriamo – e ci dichiariamo pronti a fare la nostra parte – che questo tempo in più venga sfruttato da tutte quelle energie operose e volenterose che movimentano il tessuto Valenzanese per creare le premesse per il riscatto e il rilancio della comunità.
Francesco Calè
Segretario PD – circolo di Valenzano

One Response to Il CdM proroga il commissariamento del Comune di Valenzano

  1. Franco Pancotto ha detto:

    Io amo il teatrino “democratico”, mi diverte e m’intriga da quando incominciai a capirlo, mi tiene su il morale, mi fa scompisciare dalle risate e mi fa dannare per il senso d’impotenza che provo.

    La notizia di oggi riportata da “La Gazzetta del Mezzogiorno”, che ci informa che il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell’Interno, Matteo Salvini, della proroga di altri 6 mesi dello scioglimento del Consiglio Comunale di Valenzano, è uno di quei momenti di risate a crepapelle e di dannazione.

    Possibile mai che ci voglia tanto tempo per verificare che l’amministrazione dell ex Sindaco Lomoro fosse connivente con la criminalità organizzata locale?
    Nonostante l’articolo dello stesso quotidiano a firma del giornalista Giovanni Longo, così fitto e dettagliato nei fatti e nei nomi e cognomi, pubblicato il 26 settembre, 2017?
    Sono ormai passati 16 mesi da quella data, eppure non è successo ancora niente né a livello politico né a livello giudiziario: in quell’articolo sono riportati fatti che a mio avviso costituiscono, se non delle prove, almeno degli indizi che farebbero crollare un Impero!

    Chi volesse può leggerlo (o rileggerlo):

    http://lopinabile.tumblr.com/post/165823197090/valenzano-lombra-dei-clan-tra-appalti-e

    Qui di seguito invece c’è il link della Gazzetta di oggi:

    https://twitter.com/LaGazzettaWeb/status/1091329543372226563

    Il tempo è galantuomo… (ma non metterci troppo!)

    Franco Pancotto (classe 1959)

Rispondi