Incontro con Dario Ginefra – Valenzano 24 febbraio

Un passato da interpretare Un presente da vivere UN FUTURO IN CUI CREDERE Valenzano, Sabato 24 febbraio 2018, ore 17.00 c/o circolo Arci l’ARCIpelago Via Cavata 43/47 Continua »

Rappresentanti di lista per le Politiche 2018: il PD di Valenzano cerca volontari

Il Partito Democratico di Valenzano cerca volontari disponibili a fare i rappresentanti di lista per le elezioni politiche del 4 marzo 2018. Chi vuole prestare il proprio tempo e il proprio impegno Continua »

Politiche 2018: i candidati del PD

Pubblichiamo l’elenco dei candidati del PD alla Camera e al Senato nei collegi che comprendono il Comune di Valenzano. Continua »

Aro Ba/7: Valenzano pagherà l’ecotassa più alta

Sono stati diffusi i dati relativi alle percentuali di differenziata raggiunte dai Comuni compresi nell’Aro Ba/7 e alle conseguenti quote di ecotassa. Valenzano fa registrare un 52% di raccolta differenziata. Nonostante questo Continua »

Appalto rifiuti a Valenzano: l’interdittiva antimafia e le polemiche politiche

La vicenda dell’interdittiva antimafia emessa dalla Prefettura a carico della Ercav desta preoccupazione e corrobora le nostre convinzioni sulla necessità di una gestione delle gare d’appalto pubbliche che concili i principi di Continua »

 

Luigi Lampignano: auguri Pasquale, auguri Valenzano

IMG_5045

Sarebbe un’ipocrisia non ammettere il dispiacere per aver lasciato a metà il lavoro. Sarebbe altrettanto ipocrita non essere qui. Per me, la politica non è un fatto personale: è un servizio.

A differenza dei miei ex alleati, non sono un mestierante della politica. La politica è fatta di mediazioni per il bene della collettività, ma a Valenzano questo interesse non c’è: la mia non è una denuncia, è una testimonianza.

Ho dimezzato i costi della politica, a cominciare da me: il Comune spendeva per me 800 euro. Non ho mai rubato, ho continuato a fare il mio lavoro, e non sono venuto in piazza a dire “ho fatto, ho fatto”: l’ho fatto!

Annamaria Palmisani

io

19 anni – Studentessa

Perché ho deciso di candidarmi?

Ho scelto di candidarmi perché penso che sia inutile lamentarsi sempre, criticare qualcosa senza poi mobilitarsi. Stiamo attraversando un periodo delicatissimo per quanto riguarda la politica e la sinistra italiana e credo che sia fondamentale spingere la nostra società nella direzione che ci interessa: quella della trasparenza, della meritocrazia, delle pari opportunità. Non condivido alcuni atteggiamenti, non appoggio determinate scelte? Bene, m’impegno in prima persona, non punto il dito contro gli altri perché, delegandoli, non mi hanno rappresentata come avrei voluto.

Credo in questo progetto, ci metto la mia faccia per portare quel rinnovamento di cui il mio paese, e la politica, ha bisogno! Perché non mi piace questa politica che pensa a sé, che non si guarda intorno e che gestisce il potere come fine a se stesso. Penso che noi cittadini dobbiamo avere il coraggio di dire basta alle solite facce, alle solite cosche, ai soliti giochi di palazzo. La partecipazione è fondamentale perché solo così possiamo essere liberi e protagonisti del nostro presente oltre che fautori del nostro futuro.

Molti mi chiedono “Ma chi te lo fa fare?”, la mia risposta è quasi scontata: perché credo nella forza delle idee, nel coraggio di sostenerle e in un metodo coerente per farle funzionare, senza compromessi. Penso sia giunto il momento di riprenderci i nostri spazi, le nostre piazze, i nostri vicoli.

“…Davanti a tutti i poteri che cercano di frenarci, dobbiamo dimostrare, ancora una volta, la capacità del popolo di costruire la sua storia.” (E.G.)

< Torna alla lista dei candidati

Pasqualino Borgese: a Valenzano il Partito Democratico è l’unica alternativa credibile

ok_IMG_4988

Abbiamo a cuore il paese. Questo cammino parte dal 2010, da Luigi Lampignano e dai ragazzi dell’Altra Faccia. Oggi, molti di quei ragazzi sono in lista, nel Partito Democratico. Dal 2010, in seguito agli eventi delittuosi che hanno caratterizzato Valenzano, legalità, trasparenza e partecipazione attiva sono al centro dell’azione del Partito Democratico.

Ambiente e territorio erano il cuore del programma di Luigi Lampignano: lui l’ha portato avanti, per quanto gli è stato possibile. A causa dei conflitti interni alla maggioranza, ora siamo di nuovo chiamati a votare. Noi però siamo caparbi e riteniamo opportuno continuare questo cammino da soli, perché siamo persone coerenti:

  • possiamo parlare di legalità perché in lista c’è chi si batte da anni in sua difesa;
  • possiamo parlare di trasparenza perché il sindaco Lampignano nella sua amministrazione è stato un valido esempio;
  • L’amministrazione Lampignano è stata la prima a non indebitare il nostro paese con mutui per realizzare opere pubbliche ma ha trovato fondi europei, senza toccare le tasche dei cittadini.

Luigi Ceci

860224_10200180415666849_150460750_o

64 anni – Professore universitario

Perché ho deciso di candidarmi?

Credo nell’impego politico e perseguo il tentativo di rinnovare il modo di fare politica, tra la comunità e all’interno del Partito Democratico, consapevole del ruolo fondamentale che i partiti dovrebbero avere per raggiundere e salvaguardare il bene comune.

i miei slogan:
L’educazione non si taglia. Difendiamo e rilanciamo la scuola pubblica
Questione morale: etica, trasparenza e legalità

Curriculum:
Nato a Montalto Uffugo (Cs) il 9/04/1949. Professore ordinario di clinica medica veterinaria presso la Facoltà di Medicina Veterinaria Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, strada per Casamassima – Valenzano. Autore di numerose pubblicazioni su riviste italiane e internazionali. Ha ricoperto diversi incarichi: coordinatore di progetti di ricerca, coordinatore di dottorati di ricerca; responsabile del settore di clinica medica presso l’Ospedale Veterinario della Facoltà di Medicina Veterinaria; membro di consorzi internazionali di ricerca; diplomato al collegio europeo di medicina veterinaria; componente del comitato nazionale sulla sicurezza alimentare. Attualmente componente della commissione per l’abilitazione scientifica nazionale del settore Clinica Medica e Farmacologia.
Sposato con tre figli, vive e lavora a Valenzano dal 1998.
Candidato alle elezioni del 2010 a sostegno di Luigi Lampignano e regionali, sempre nel Partito Democratico.
Segretario del Circolo tematico Università e Ricerca del PD “Terra di Bari”.

contatti: lui59@hotmail.it – Luigi Ceci FB

< Torna alla lista dei candidati

Linda Susca

41 anni – Impiegata INPS

Perché ho deciso di candidarmi?

Ho deciso di candidarmi perchè mi sono sentita travolta dall’entusiasmo di un gruppo di giovani valenzanesi, con diverse provenienze ed esperienze, con molte competenze e soprattutto con le idee chiare sugli obiettivi che vogliono perseguire.

Ho pensato che anche le mie esperienze e le mie competenze potessero servire al raggiungimento di quegli obiettivi. Obiettivi del documento programmatico del PD, che condivido in toto, soprattutto nella parte relativa alle politiche sociali e ambientali.

Mi son detta: “Il candidato sindaco è ok, il gruppo c’è, le idee ci sono, voglia di crescita e cambiamento tanta: voglio esserci anch’io”.

< Torna alla lista dei candidati

Tiziana Lavopa

lavopa

31 anni – Impiegata

Perché ho deciso di candidarmi?

Mi sono candidata perchè voglio contribuire in prima persona a questa nuova fase del PD di Valenzano, insieme a persone come me, giovani ed entusiasti, che nonostante tutto credono ancora nella Politica con la P maiuscola.

Mi rispecchio in queste idee perché rinnovamento, identità, legalità e trasparenza fanno parte della mia idea di Politica con la P maiuscola.

< Torna alla lista dei candidati

Francesco Catalano

catalano

60 anni – Impiegato

Perché ho deciso di candidarmi?

Non è più il tempo di indugiare: è giunto il tempo di partecipare.

L’ideale berlusconiano, indicando la via dell’autodeterminazione come strada maestra, ha invaso le menti e condizionato le scelte degli italiani.

In una società sempre più “liquida” ci siamo trovati senza più “stato sociale”, senza più prospettive, senza più speranza, senza Stato.

Contro questa visione, esasperatamente individualista, mi sono alzato e ho detto: Basta! Basta aspettare che qualcuno ci tolga dal fango, il paese ha bisogno di tutti quelli che credono nella speranza di una società solidale.

In questo è racchiuso il significato della mia candidatura al Consiglio Comunale nella lista del PD.

Anche dal più piccolo nucleo amministrativo si costruisce la speranza, per imboccare la strada del Bene Comune che ESISTE, il PD ne conosce il percorso, ha solo bisogno di forze che l’aiutino durante il cammino.

< Torna alla lista dei candidati

Carlo Mininni

SONY DSC

33 anni – Agronomo, esperto in gestione dei rifiuti

Perchè ho scelto di candidarmi?

Vivo da sempre a Valenzano e di questo paese conosco vizi e virtù. Da sempre impegnato nella vita associativa – Agesci, Arci, Libera – mi sono sempre interessato di politica e di questioni amministrative.

Oggi sento il bisogno di candidarmi per testimoniare che la politica valenzanese non è solo mediocrità e illegalità diffusa ma anche professionalità e trasparenza.

Per questo metto a disposizione la mia professionalità – in ambito ambientale – ed il mio impegno a sostegno di una politica di cambiamento, oggi incarnata dal progetto di rinnovamento dei volti e dei metodi del Partito Democratico di Valenzano.

< Torna alla lista dei candidati

Renzo Simeone

Simeone

56 anni – Avvocato

Perché ho deciso di candidarmi?<

Ho sempre creduto nella perequazione e ho speranza che i giovani possano attuarla; i professionisti della politica hanno già dato.

< Torna alla lista dei candidati

Emanuela Carone

IMG_0911

27 anni – Responsabile Organizzazione ARCIBari, Segretaria Giovani Democratici Valenzano

Perché ho deciso di candidarmi?

Mi candido per continuare l’impegno profuso in questi anni nel cercare di migliorare la politica di questo paese. C’è l’esigenza di far innamorare la società civile della politica: l’unico modo possibile è cambiare le modalità di azione.

Il nostro progetto segna la volontà di dire basta alle logiche distorte che vedono nella politica una faccenda di pochi e dà spazio a trasparenza e legalità. Il progetto del Partito Democratico di Valenzano punta alla partecipazione del cittadino e lo pone al centro del dibattito politico. Il mio impegno come segretaria dei Giovani Democratici mi ha permesso di confrontarmi con molti ragazzi che, come me, credono che il cambiamento nasca dall’impegno e dalla partecipazione.

< Torna alla lista dei candidati