fbpx
Valenzano. Gli aumenti della Tari e le carenze nel servizio di igiene pubblica

Valenzano. Gli aumenti della Tari e le carenze nel servizio di igiene pubblica

In questi giorni i valenzanesi stanno ricevendo le cartelle della Tari caratterizzate da aumenti salatissimi. Pagheremo tutte le criticità e i limiti dell’appalto definito dall’ Amministrazione Lomoro, rispetto al quale ci siamo Continua »

Valenzano. Il valore della Festa Patronale

Valenzano. Il valore della Festa Patronale

Apprendiamo che le celebrazioni civili legate ai festeggiamenti per il Santo Patrono di Valenzano sono a rischio. Continua »

Elezioni europee 2019: il valore del voto al PD

Elezioni europee 2019: il valore del voto al PD

In occasione delle elezioni europee del prossimo 26 maggio i cittadini saranno chiamati a compiere una scelta che sarà, mai come in questo caso, chiara e al tempo stesso determinante. Continua »

Rappresentanti di lista per le Europee 2019: il Pd di Valenzano cerca volontari

Rappresentanti di lista per le Europee 2019: il Pd di Valenzano cerca volontari

Il Partito Democratico di Valenzano cerca volontari disponibili a fare i rappresentanti di lista per le elezioni europee del 26 maggio 2019. Continua »

Valenzano. Il Consiglio di Stato conferma la sospensione dell’efficacia della sentenza del TAR

Valenzano. Il Consiglio di Stato conferma la sospensione dell’efficacia della sentenza del TAR

Il Consiglio di Stato ha confermato il precedente decreto emesso in via provvisoria e d’urgenza dal presidente di sezione. L’efficacia della sentenza pronunciata dal TAR lo scorso 8 marzo è sospesa. Continua »

 

Pasqualino Borgese: Il motivo della mia scelta

Molti mi chiedono per quale motivo ho dato la disponibilità a fare il candidato sindaco del Partito Democratico, che a Valenzano si presenta solo, con una lista composta in modo prevalente da ragazzi: il motivo è proprio questo.

Questi ragazzi rappresentano una scuola politica iniziata già nelle elezioni precedenti con l’Altra Faccia. Una scuola poltica che a Valenzano manca. Nonostante tutto, loro hanno continuato in maniera caparbia.

Per vari motivi, le scelte dettate dal loro documento programmatico li ha di fatto isolati: altri hanno fatto scelte di comodo, per vincere. Loro invece hanno seguito delle buone prassi, per un buon governo.

Pasqualino Borgese è il candidato sindaco del PD di Valenzano

Pasqualino Borgese è il candidato sindaco del Partito Democratico di Valenzano per le elezioni comunali del 26-27 maggio. In seguito alla rinuncia del dottor Wa Tshiala “Giò” Kasongo per cause personali, l’assemblea degli iscritti e dei simpatizzanti del partito ha scelto Borgese per la forte motivazione dimostrata nel portare avanti il progetto di un PD giovane e ricco di energie nuove.

Chi è Pasqualino Borgese? Classe 1960, laureato in architettura nel 1986 presso l’Università di Pescara, lavora all’INAIL dal 1999. Sposato, due figli, per lavoro ha girato l’Italia: Cagliari, Milano, Padova, Venezia, Bari le sue tappe. Dal 2009 è ufficiale della riserva selezionata dell’Esercito nel corpo degli ingegneri con il grado di Maggiore.

È fra i fondatori del circolo del Partito Democratico di Valenzano nel 2006.

Bando di concorso? No, progetto serio

Strumentalizzare. “Il Partito Democratico di Valenzano ha indetto un bando di concorso per la selezione di n.16 candidati consiglieri e n.1 candidato sindaco per le prossime elezioni comunali”.

Sono strumentali le affermazioni rilasciate alla Gazzetta del Mezzogiorno da Tonio De Nicolò, candidato sindaco della coalizione Sel e parte della precedente maggioranza. Il documento nasce per unire il centro-sinistra, non per scinderlo: perché Sel non ha firmato un testo ricco di principi ragionevoli sulla composizione delle liste e della giunta comunale? Soprattutto, perché determinati principi sono legittimi ovunque, fuorché a Valenzano?

Rinnovare Valenzano: Kasongo rinuncia ma il percorso continua

Giò Kasongo ha ritirato la sua candidatura a sindaco di Valenzano. Unanimità dell’assemblea del locale circolo PD e messaggi di stima inviati dalla federazione provinciale del partito e dai Giovani Democratici Pugliesi non hanno dissuaso dalla sua volontà l’ormai ex candidato sindaco. Il PD di Valenzano, però, non si ferma: il progetto di rinnovamento – Rinnovare, nei fatti – resta il caposaldo del suo progetto politico.

I Giovani Democratici di Puglia sostengono la candidatura di Giò Kasongo a sindaco di Valenzano

Caro Giò Kasongo, conosco bene le vicende che riguardano le elezioni amministrative a Valenzano. Le ho seguite da lontano ma passo passo, sentendomi quasi quotidianamente con il circolo dei Giovani Democratici di Valenzano. La notizia della tua candidatura ci aveva ridato quella speranza di poter a Valenzano cercare di ripartire per dare un messaggio di un partito diverso, che non si rivolgesse soltanto alla vostra comunità, ma a tutta la provincia di Bari e alla Puglia.

Quando sono venuto a conoscenza due giorni fa, della tua rinuncia, sono stato colto da un grande sconforto, soprattutto leggendo le motivazioni. Ora so che per te sono ore di riflessione.Beh, in queste ore per te e per il Partito di Valenzano così importanti (in cui si incrociano scelte decisive per il nostro paese) voglio testimoniarti la vicinanza dei Giovani Democratici di Puglia e della Provincia di Bari, anche a nome del Segretario provinciale dei GD Pasquale Cotrufo.

Il PD Terra di Bari sostiene la candidatura di Giò Kasongo: comunicato stampa

Accogliamo e salutiamo con favore la scelta dell’assemblea degli iscritti e dei simpatizzanti del Partito Democratico di Valenzano, che ha individuato in Wa Tshiala Giò Kasongo il candidato sindaco proposto dal Partito a Valenzano.

Il dottor Kasongo, infatti, è la persona giusta per essere guida e portavoce del progetto politico che il PD sta mettendo in campo a Valenzano, nella delicata fase politica successiva alla crisi e alla caduta della precedente Amministrazione di centrosinistra: medico, figura storica del PD di Valenzano (di cui è uno dei fondatori), impegnato a livello civile e sociale, Giò Kasongo rappresenta la mediazione e l’equilibrio fra la continuità con un passato e una storia, di cui il PD vuole riaffermare la dignità, e la tensione verso un futuro, da costruire insieme alle cittadine e ai cittadini che vorranno essere protagonisti di un processo collettivo, proteso al cambiamento.

Perchè abbiamo scelto Giò Kasongo come candidato sindaco di Valenzano?

Succede. Quando hai ben chiaro chi sei e cosa vuoi rappresentare, il resto vien da sé. La scelta di Giò Kasongo non è casuale. Un progetto incentrato su legalità, coerenza e partecipazione ha bisogno di una figura autorevole per essere credibile. Ci siamo chiesti: chi ci può rappresentare?

Giò Kasongo è il candidato sindaco del PD di Valenzano

Wa Tshiala “Giò” Kasongo è il candidato sindaco presentato dal Partito Democratico di Valenzano per le prossime elezioni comunali del 26-27 maggio. Il nome scelto dal PD incarna la proposta di rinnovamento che il partito propone ai cittadini valenzanesi: volti e metodi per una politica pulita, trasparente, al servizio della comunità di Valenzano.

Chi è Giò Kasongo? 59 anni, medico, originario della Repubblica Democratica del Congo, Giò vive in Italia da 40 anni e a Valenzano da 28. sposato con un’italiana, ha due figli, entrambi laureati.

Rinnovare, nei fatti: il manifesto del PD di Valenzano

Rinnovare: la politica pronuncia spesso questa parola magica per affascinare gli elettori.

Alla luce dei risultati delle ultime elezioni, il rinnovamento non può più essere un semplice colpo ad effetto da giocarsi in campagna elettorale, ma deve tradursi in un serio e profondo impegno che coinvolga volti, generazioni e metodi.

Rinnovare, infatti, non significa rifarsi il trucco e ringiovanire le apparenze. I Partiti hanno il compito di mettersi in gioco in prima persona.

Valenzano bene comune: sulla strada del rinnovamento

Il Partito Democratico di Valenzano ha avviato un percorso di rinnovamento e di apertura al protagonismo delle cittadine e dei cittadini. Questo percorso parte dall’interno del partito e coinvolge in uno spazio aperto l’intera comunità valenzanese.