Tag Archives: pasqualino borgese

Dal Piano Paesaggistico Territoriale Regionale, opportunità per la comunità di Valenzano

IMG_1950.JPG

Una partecipata e stimolante occasione di confronto e di discussione sui temi della pianificazione territoriale e del paesaggio concepito come risorsa e opportunità: questo è stata la conferenza pubblica sul Piano Paesaggistico Territoriale Regionale tenutasi a Valenzano (presso il castello baronale) la sera di sabato 19 ottobre, e organizzata dal locale circolo del Partito Democratico.

Comizio conclusivo: il Partito Democratico che verrà

295076_412774342163316_366165061_n

Per ringraziare i cittadini e presentare il Partito Democratico che verrà, Pasqualino Borgese ed il gruppo che ha sostenuto il PD nell’ultima campagna elettorale terrà l’ultimo comizio venerdì 7 giugno alle ore 21:30 in Largo Plebiscito.

Fuori dal ballottaggio, insieme alla gente. Come lavorerà sul territorio il Partito Democratico di Valenzano? Il gruppo resta unito e compatto per confrontarsi con i cittadini e costruire insieme una Valenzano consapevole:

Post elettorale: e non finisce qui

foto

Soddisfatti. 752 voti ai candidati consiglieri, 887 preferenze per Pasqualino Borgese sindaco: sembrava un’armata brancaleone, eppure il Partito Democratico di Valenzano ha ottenuto un risultato importante. Nel generale crollo di tutti partiti “storici” di Valenzano, in una situazione piuttosto frammentata, il Partito Democratico è fra i soggetti politici più votati.

Un segnale positivo: la strada è ancora lunga, ma siamo certi che è quella giusta. Da oggi, il nostro obiettivo ha maggior vigore: rinnovare, nei fatti.

Risultati I turno elezioni comunali Valenzano 2013

elezioni-comunali-scrutinio-3

Elettori: 16.094
Votanti: 11.168
percentuale votanti: 69,39 %

Pasqualino Borgese
Voti sindaco: 887 (8,13%)
Totale coalizione: 752 (7,13%)

Partito Democratico 752 (7,13%)

Una lettera per Valenzano: Il discorso di fine campagna elettorale di Pasqualino Borgese

945073_582939558406182_627556056_n

Mia cara Valenzano,

Oggi, piuttosto che parlare, ho preferito scriverti una lettera. Ti ho nel cuore e per rappresentarti ho il dovere di ascoltarti. Questo è il dovere di un sindaco che ti ama, Valenzano.

Senza conoscere, non si può amare: in questi giorni c’è chi ti corteggia senza conoscerti davvero, forse, vuole solo approfittare di te.

Claudio Di Turi: con Pasqualino Borgese e con i candidati del Pd si può fare la differenza

dituri3

Per una volta voglio dare i numeri. 6 candidati Sindaci e 6 coalizioni, 320 candidati Consiglieri comunali, 20 liste, 3 coalizioni sostenute da 5-7 liste l’una.

Questi sono i dati che hanno caratterizzato la campagna elettorale che sta volgendo al termine. Questi sono i numeri che caratterizzano la politica nostrana.

Non programmi e progetti che si confrontano, ma numeri. La costante gara a chi ha più candidati e più liste. Perché più sono e più voti si possono prendere e, di conseguenza, maggiori sono le possibilità di arrivare al ballottaggio.

Ragionamento corretto? Forse solo dal punto di vista matematico. 1+1 fa certamente due. Dal punto di vista politico è un grave errore.

Come abbiamo cercato di dire in queste settimane un candidato sindaco che sente l’esigenza di avere il sostegno di tante liste è in realtà debole per due ragioni.

10 motivi per votare Borgese e PD alle elezioni comunali di Valenzano

DSC_0120

1. Riscrivere la storia politica di Valenzano.

La parola d’ordine della campagna elettorale di Pasqualino Borgese e del Partito Democratica è rinnovare. Proponiamo un rinnovamento completo: nei volti, nei metodi, nei fatti. Abbiamo scritto e proposto il nostro manifesto per dare un segnale chiaro: basta con la politica delle famiglie, dei pacchetti di voto, delle liste costruite con la calcolatrice.

Vogliamo dire basta ad Amministrazioni che si spacciano per nuove, anche se composte dalle solite persone. Vogliamo dire basta a chi cambia casacca partitica ad ogni tornata elettorale o si nasconde dietro innocue liste civiche, pur di sopravvivere all’interno delle istituzioni comunali.

Rinnovare, nei fatti. La lista del Partito Democratico è composta da 16 volti nuovi della politica valenzanese. Fieri rappresentanti della società civile, attivi nelle associazioni locali, presenti sul territorio, da sempre.

Saverio Tritto: a Valenzano bisogna promuovere la capacità delle associazioni di fare rete

970274_410898845684199_1071709916_n

Mi sono messo a disposizione del progetto del Pd perché ero stanco dei soliti lamenti e delle solite facce. Credo in particolare nel programma del Partito Democratico per Valenzano e sono qui a parlare delle proposte del Pd per il settore dell’associazionismo e della cultura, perché è in particolare in questo campo che mi sono finora speso: voglio far vivere questo paese.

A Valenzano esistono tante associazioni, che sono ricchezza per la comunità. Queste realtà spesso non dialogano fra di loro: l’Ente Locale dovrebbe promuovere la capacità delle associazioni di fare rete. La cultura per noi è occasione di crescita per il territorio: è occasione per le persone di riscoprire la piazza.

L’impegno per la legalità: la carta di Pisa firmata da Pasqualino Borgese e dal Partito Democratico

970397_410541122386638_1078727163_n

Pasqualino Borgese (Candidato Sindaco Comune di Valenzano). La legalità è uno dei nostri Sei passi per il rinnovamento. Stamattina stiamo dando concretezza a questo passo. La sottoscrizione della Carta di Pisa, il codice etico per le Amministrazioni locali promosso da Avviso Pubblico significa, per noi, questo: non aspettiamo di essere eletti per mettere in pratica il nostro programma. Questa firma, messa pubblicamente, è già il primo impegno di quello che sarà il nostro governo.

Pasqualino Borgese: un candidato sindaco sostenuto da 5-7 liste è debole

borgese

Piedi d’argilla. Cicirelli? Lomoro? Tonio De Nicolò? Un candidato sindaco appoggiato da 5-7 liste cammina su piedi d’argilla: ha un problema d’instabilità all’interno della coalizione che lo appoggia, per tanto è un candidato debole.

La forza di un candidato sindaco viene dall’unità del gruppo che lo sostiene: quale coesione viene da un folto gruppo di candidati consiglieri provenienti da più liste che neppure si conoscono fra loro?